L' IMPIANTO DI PRODUZIONE
L’impianto occupa un’area di 100.000 mq
, all’interno della quale sono ubicati: quattro fabbricati adibiti alla produzione (trattamento letami, stoccaggio materie prime, semilavorati e prodotti finiti); una struttura adibita ad uffici produttivi, amministrativi e commerciali; un reparto con sala riunioni per pubblico, uffici tecnici e laboratorio di analisi. Per la produzione l’azienda ritira circa 30.000 t/anno di letami (bovino, avicolo, equino ecc) e 90.000 t/anno di altre materie prime (come ad es. solfato di ferro, urea, zolfo, fosfati, potassici ecc.), miscelate successivamente allo stallatico trasformato o in fase di trasformazione.

SISTEMA DI TRASFORMAZIONE
Il trattamento iniziale dei letami avviene all’interno di due reparti chiusi e posti in depressione (indicati con i numeri 1 e 3 nella planimetria). In ciascun reparto è individuata, la zona di scarico dello stallatico fresco, isolata dal resto del capannone, e una zona di scarico dello stallatico trasformato.
 
PROCESSO PRODUTTIVO
Il processo di trattamento si basa su una gestione “in continuo” dei letami, secondo lo schema riportato nel disegno a sinistra. Il materiale è depositato dagli automezzi impiegati per il trasporto nella zona di scarico () dello stallatico fresco, isolata dalla restante parte del capannone mediante un telone sali/scendi, che, durante la fase di scarico, rimane abbassato e viene alzato solo durante le operazioni di rivoltamento. Un operatore, mediante pala gommata, provvede ad ammassare i diversi carichi conferiti, miscelando il materiale con quello già presente nella zona di carico, al fine di omogeneizzarlo e di ottimizzare l’utilizzo dello spazio a disposizione. Al termine di questa 1° fase sono trascorsi 130 gg; poi lo stallatico trasformato è sottoposto () ad un successivo periodo di circa 3-4 mesi di maturazione-umificazione, per renderlo idoneo alla formulazione di miscele.
 

CONTROLLO DELLE TEMPERATURE
Al fine di monitorare la temperatura raggiunta dai letami sottoposti a trattamento di fermentazione naturale, durante l'intero periodo di trasformazione sono posizionate lungo il cumulo alcune sonde che rilevano in continuo questo parametro. I dati sono trasmessi ad un server centrale e registrati su supporto informatico e cartaceo. Nell’immagine sottostante è riportato un esempio di grafico delle temperature nel corso di un ciclo di produzione. Le temperature evidenziano un andamento crescente, fino a superare i 70°C per almeno un’ora (come richiesto dal Reg. 1069/09), sia prima del rivoltamento, che dopo.
 
 
PARAMETRI MICROBIOLOGICI
Il Reg. 1069/09, prevede che:
  • la concentrazione di E. Coli, su campioni prelevati alla fine del processo di trattamento deve rispettare i seguenti requisiti: <10 ogni UFC/g (unità formanti colonie su g di sostanza tal quale). Nel caso in esame è stata valutata la concentrazione di tale microrganismo a tre differenti stadi di processo. Come si può osservare dai dati riportati in tabella, la concentrazione di E. Coli evolve da valori particolarmente elevati su stallatico fresco a valori al di sotto del limite di rilevabilità già su materiale a metà processo di trattamento;
  • la concentrazione di Salmonella, su campioniprelevati nel corso o al termine dell’immagazzinamento, deve rispettare i seguenti requisiti: assente in 25 g di sostanza tal quale. Anche in questo caso, le concentrazioni rilevate rispettano quanto previsto dal regolamento.

Riscontrata l’esatta maturazione del prodotto si prosegue con vagliatura, eventuale miscelazione con altre materie prime, pellettatura, confezionamento.

Fomet Spa utilizza cookie e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Inoltre, utilizziamo tali elementi per visualizzare gli annunci pubblicitari su Fomet Spa e sui siti di terze parti. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra informativa. La nostra Privacy Policy è disponibile per la visualizzazione in basso alla pagina del nostro sito. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.